FABIO POLESE | REPORTER

«I Guerrieri di Dio», presentazione il 10 febbraio a Roma

È uscito in libreria «I guerrieri di Dio. Hezbollah: dalle origini al conflitto in Siria» (Mursia, 394 pagine, 21 euro), un saggio storico di grande attualità, utile a conoscere un’area del mondo particolarmente instabile come il Medio Oriente. Scritto a quattro mani dallo storico Stefano Fabei e dal giornalista fotoreporter  Fabio Polese, il libro ricostruisce infatti il trentennale percorso di uno dei soggetti più importanti del mondo arabo-islamico, il Partito di Dio, che ha giocato, e sta giocando, un ruolo di grande rilievo sia in Libano sia nella confinante Siria sconvolta da una lunga e devastante guerra.

Hezbollah, guidato dal carismatico Hassan Nasrallah e schierato con Putin e l’Iran al fianco di Assad, risulta essere non più un’organizzazione terroristica, come a lungo è stato rappresentato in Occidente, ma una vera e propria potenza regionale capace di contribuire in modo efficace alla lotta contro l’Isis e al-Qaeda, ovvero i gruppi responsabili del fiume di sangue che sta sconvolgendo prevalentemente la Siria e l’Iraq, con l’appoggio, per vari motivi e modus operandi, dell’Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Qatar, oltre che dagli Stati Uniti e da alcuni Paesi loro alleati.

Il volume parte dal contesto libanese e mediorientale in cui Il Partito di Dio è nato e cresciuto accompagnando il lettore fino all’attualità. Fabei e Polese, infatti, ritraggono, sulla base di un’ampia documentazione, la realtà di un soggetto politico attivo in tutti i settori: Hezbollah emerge come uno Stato nello Stato, un organismo operante non solo sul piano militare e religioso ma anche su quelli economico, sociale, educativo-culturale, sanitario, informativo e assistenziale.

Il libro verrà presentato venerdì 10 febbraio alle ore 18 a Roma, nei locali della Libreria Cultora, in via F. Ughelli, 39. All’incontro, insieme agli autori, ci sarà il giornalista Daniele Dell’Orco.

 

 

Leave A Response